Difetti comuni nelle piastre per capelli

Devi aggiustare una piastra per capelli

La tua cazzuola è guasta, perché la colleghi alla corrente e le piastre non si scaldano o il cavo è danneggiato. Qualunque sia la situazione, non preoccuparti! In questo post ti aiuteremo a identificare il problema e ti daremo un’idea di come riparare una piastra per capelli .

Se la vostra spatola è in garanzia, non riparatela da soli, è meglio farla rispettare in modo che il produttore possa occuparsi della riparazione o del cambio dell’apparecchio.

D’altra parte, va notato che questo argomento può essere complicato in quanto richiede conoscenze tecniche di elettronica e alcuni strumenti speciali.

Ma, se ti consideri capace di questo tipo di compito, qui puoi imparare come smontare una piastra per capelli e riparare alcuni semplici difetti. Continua a leggere e ti daremo alcuni suggerimenti di base.

OffertaBestseller No. 1
BaByliss ST330E - 2 in 1 Straight or Curl, Piastra liscia&arriccia Diamond Ceramic 235°C Wet&Dry - 28x110mm
  • Rivestimento Diamond Ceramic: efficacia e protezione dei capelli. Dimensione delle piastre 22x100mm
  • Dimensione delle piastre 28x100mm. Piastre laterali per arricciare.6 Regolazioni della temperatura con tasti fino a 235°C
  • Schermo LED. Wet&Dry: utilizzabile anche sui capelli umidi
  • Blocco protezione piastre. Arresto automatico
  • Cavo girevole

Definisci il tipo di errore

La prima cosa da fare è collegare la piastra per capelli e controllare se la spia LED di alimentazione (se il tuo modello ce l’ha) si accende. In questo modo sapremo che la corrente sta passando attraverso il cavo e non ci sono problemi con essa.

Al contrario, se osserviamo che il LED non si accende, dobbiamo posizionare un tester (che è uno strumento per misurare la corrente elettrica). Se il tester mostra una lettura, la corrente passerà ma non raggiungerà i circuiti a causa di un cortocircuito alla base del filo.

1. Il cavo ha problemi

Questo tipo di guasto è più facile da risolvere, quindi spiegheremo passo dopo passo come migliorare la giunzione del cavo:

  1. Verifichiamo che ci sia flusso di corrente attraverso il cavo utilizzando il tester, come menzionato sopra.
  2. In tal caso procederemo alla rimozione delle viti che proteggono la giunzione dei cavi alla base della piastra per capelli. Lo faremo usando un cacciavite.
  3. Assicurati di rimuovere tutte le viti per liberare il cavo senza tirare che potrebbe rovinare la circuiteria interna.
  4. Quando lo rimuoviamo possiamo vedere che sono in cattive condizioni, o perché sono in cortocircuito o sono stati tirati e quindi alcuni fili sono allentati.
  5. Procederemo alla rimozione della parte danneggiata (cercare di non rimuovere eccessivamente per lasciare abbastanza cavo per la giunzione).
  6. Rimetteremo i cavi in buone condizioni, serrando nuovamente le rispettive viti.
  7. Infine, copriremo il giunto con nastro isolante e posizioneremo il protettore. Resta solo da verificare se la tua cazzuola si accende correttamente.
  8. Per non avere dubbi, ti portiamo un video più specifico con il passo dopo passo per riparare una piastra per capelli con un cavo danneggiato alla base:

2. Il cavo va bene, ma le piastre non si riscaldano

Se questo è il difetto, è meglio portare la cazzuola presso un servizio tecnico , poiché probabilmente i circuiti dovranno essere controllati a fondo. A questo punto il fissaggio di una piastra per capelli può essere molto complicato, a causa della possibilità che il guasto sia nelle micce, nei semiconduttori o in altre parti più specifiche.

Mi consigliate di aggiustare una piastra per capelli da solo?

Non proprio. Riparare qualsiasi apparecchio può essere un’operazione complicata, soprattutto se non si ha la minima conoscenza di elettronica. Per questo motivo, ti suggeriremo sempre che se la tua cazzuola inizia a guastarsi, è meglio portarla a un servizio tecnico specializzato.

D’altra parte, se il dispositivo rientra nel periodo di garanzia, è meglio contattare il produttore per approfittarne.

E se l’hai già portato da un tecnico e non c’è niente che puoi fare per la tua piastra per capelli, è ora di iniziare a cercare un sostituto. Quindi vai alla nostra sezione di confronto, dove troverai sicuramente una buona piastra per capelli per te .  

 

10 errori più comuni che facciamo con la piastra per capelli

1.Conserva il ferro in qualsiasi modo

È molto importante quando riponiamo il nostro ferro il modo in cui avvolgiamo il cavo e lo mettiamo nel coperchio, per questo dobbiamo avvolgere il cavo a zigzag come vediamo nella foto e non sul ferro stesso poiché possiamo bruciare il cavo o romperlo all’interno tendendolo eccessivamente.

Inoltre, dobbiamo tenere il ferro nel coperchio in  modo che il cavo sia fuori e il ferro all’interno del beauty case termico, progettato per mantenerlo anche quando è caldo. Il  beauty case della piastra per  capelli Slim ha una tasca esterna ideale per riporre il cavo e il suo formato ci permette di portarlo facilmente in viaggio.

2. Non tenere pulito il ferro

È importante mantenere pulite le piastre della piastra per capelli  per  prolungarne la vita e prendersi cura dei capelli.

3. Temperatura massima

Crediamo nella falsa convinzione che più alta è la temperatura, più velocemente e meglio finiremo. Falso! Una delle cose più importanti quando si sceglie una piastra per capelli è vedere che incorpora un regolatore di temperatura, come la piastra Slim di Termix . È molto facile scegliere la temperatura ideale per proteggere i nostri capelli senza rinunciare a dargli la forma che ci piace. Per fare questo, dobbiamo semplicemente far scorrere il ferro tra i capelli e una volta raggiunte le estremità, stringere quella ciocca con le mani. Se ci scottiamo e dobbiamo lasciarlo andare, è perché stiamo usando la temperatura sbagliata, la cosa corretta sarebbe riuscire a tenerlo soggetto a sentire il calore ma senza bruciarci.

4. Più e più volte nella stessa ciocca

È molto meglio fare un passaggio lento che 2 veloci, purché la temperatura sia giusta. Il numero ideale di passaggi per serratura è 3 (2 alla radice e 1 alle estremità). Se l’effetto che vogliamo non viene lasciato in una seconda passata, dobbiamo passare alla ciocca successiva oppure aspettare qualche minuto che sia freddo e poi ripetere il gesto per dargli la forma desiderata, è importante che sia freddo perché no importa quante passate gli diamo Strand essendo caldo non segnerà la forma che vogliamo e puniremo anche i nostri capelli in modo eccessivo.

5. Prendiamo fili di qualsiasi dimensione

Come nel punto precedente sottolineiamo l’importanza di fare poche passate, perché questa sia efficace lo spessore della ciocca è importante , a seconda dello spessore dei vostri capelli dovreste prenderne meno (se sono molto spessi) o più quantità (se è molto fine), ma non superare mai la larghezza del filo più di quella della piastra di ferro. Nell’immagine ti diamo un esempio.

9. Usiamo il ferro con i capelli umidi

Anche se oggigiorno i ferri da stiro sono progettati per essere passati sui capelli umidi (non bagnati), l’ideale sarà sempre evitarlo poiché i capelli sono soggetti a molto più calore, e il processo di asciugatura è più difficile da assimilare. Che i capelli sono più grossolana e con meno lucentezza. Il sistema a infrarossi è ciò che determina se un ferro da stiro può essere utilizzato sui capelli bagnati, e in questo caso si riferisce a un po ‘di umidità nella zona inferiore oa una ciocca senza asciugare bene che di solito si verifica. Sarebbe un errore associare che un ferro da stiro asciuga i capelli, cioè quello di cui si prende cura l’aria (asciugatrice) e il ferro aiuta a modellare o definire più facilmente

10. Mancato o errato utilizzo della protezione termica

E per finire con un altro degli errori comuni, non usare un protettore termico o usarlo eccessivamente, entrambi sono controproducenti. Dobbiamo sempre usare un protettore, meglio in spray, per evitare la sovraesposizione dei capelli al calore. In caso di uso eccessivo, stiamo bagnando di nuovo i capelli e questo è dannoso per i capelli. La quantità appropriata (sempre a seconda dei capelli) sarebbe un’applicazione per sezione di testa, separandola in 5 parti (come si vede nell’immagine) e in modo omogeneo con l’aiuto di un pettine o delle proprie dita. I capelli NON devono essere umidi , in questo caso attendere o asciugarli con il phon.